Da che mondo è mondo ogni commerciante è sempre in cerca di qualche modo di allargare la sua clientela.

Il commercio online come lo conosciamo oggi inizia nel 1994, anno in cui Netscape lancia il primo browser dotato di protocollo crittografico Secure Socket Layer (SSL) in grado di aprire la strada alle prime transazioni online sicure.

La bolla speculativa di marzo 2000, innesca una reazione a catena che cancella molte delle compagnie considerate emergenti. Eppure l’e-commerce non scompare, perché intanto ha già di fatto rivoluzionato l’idea stessa di commercio abbattendo ogni barriera.

Allo stesso tempo, i negozi fisici si rendono conto che il commercio elettronico non è da considerarsi un rivale, ma un’opportunità dagli indubbi vantaggi che, integrata nel proprio business, può migliorare le cifre di vendita.

Amazon ed Ebay oltre che ad essere stati dei pionieri, sono attualmente i protagonisti della scena commerciale online grazie al BRAND che si sono creati negli anni e vengono ampiamente usati come AMPLIFICATORI DI BUSINESS. Un’altra realtà degna di essere citata è Alibabà, che già nel 2012 aveva superato il volume di vendite di Amazon e eBay messi insieme grazie al BACINO DI UTENZA INIZIALE rappresentato dalla Cina.

Ma ci sono stati anche alcuni cambiamenti importanti durante questi anni, alcuni dei quali resistono e si evolvono ancora, altri paiono diventare nicchie di mercato. Sono cambiati e continuano a cambiare i sistemi di gestione delle transazioni, della sicurezza dei pagamenti e delle consegne. Sono cambiate le strategie commerciali.

La formula di base dell’ e-commerce prevedeva che un’azienda proponesse il proprio catalogo di prodotti anche online e ne consentisse l’acquisto diretto sul web, con pagamento tramite carte di credito o contrassegno. Tuttavia Groupon è l’ azienda passata alla storia per la velocità nel raggiungere il traguardo del primo miliardo di fatturato con una strategia commerciale che prevedeva di acquistare un coupon, che riscattato in un negozio fisico, dava diritto a sconti e promozioni sugli articoli proposti.

L’idea di un supermercato con potere di acquisto in criptomoneta non è nuova nella mente degli imprenditori. L’idea di un ” grande magazzino online” di prodotti e servizi  pagabili con Bitcoin era già nata a  Ross Ulbricht creatore di Silk Road  che dal 2011 aveva unito l’anonimato di TOR e di bitcoin per pubblicizzare scambi di materiale illegale e contrabbando vario.

Il problema centrale rimane: QUALE MONETA USARE?
Eh già, perché attualmente le criptomonete decentralizzate non sono progettate per l’utilizzo di massa e mettono al centro l’anonimato delle transazioni (che per questo hanno un costo) e visto che la blockchain di Bitcoin è totalmente OPEN SOURCE, chiunque abbia le capacità sufficienti di copiare e modificare il codice è in grado di generare denaro digitale. Per questo la quasi totalità delle monete nate successivamente non sono altro che dei cloni del Bitcoin in cerca di liquidità nel “mercato libero” e che annullano il tentativo di rendere bitcoin non afflitto da inflazione.

Siamo sicuri che l’introduzione della criptomoneta Onecoin sia il prossimo step evoluzionistico dei nostri scambi commerciali, perché ha tutte le potenzialità per diventare la “Moneta Unica” riconosciuta in tutto il mondo.

Onecoin attualmente rappresenta l’evoluzione di quanto detto fin’ora:
Una forma di pagamento che apporta notevoli miglioramenti nella sicurezza dei pagamenti perché PENSATA E PROGETTATA PER LE TRANSAZIONI COMMERCIALI QUOTIDIANE

Abbinata alla piattaforma dealshaker.com si apre un nuovo mondo di possibilità.

Dealshaker.com è la vetrina che i commercianti possono usare gratuitamente per pubblicizzare i loro beni o servizi al pubblico possessore di Onecoins . È una parte fondamentale dell’ecosistema Onelife ed è lo strumento che porta i benefici  che nessun’ altra moneta elettronica ha portato fino ad ora.
Per dimostrare come avvengono gli scambi vi invitiamo a fare un po di pratica con questa piattaforma, che se ben utilizzata, può rappresentare un ottimo AMPLIFICATORE DI BUSINESS per tutte le aziende ed i privati.

La piattaforma è ancora in fase di beta-test ma è gia del tutto funzionale e si adatta egregiamente a molteplici strategie di mercato.

PRINCIPIO DI FUNZIONAMENTO

Il commerciante può utilizzare 3 tipi di vendita online

  1. Spedizione Privata, come su Ebay per esempio: il commerciante vende ed invia privatamente il bene venduto
  2. Coupon a riscatto, come su Groupon, ossia il commerciante mette in vendita un coupon che riscattato in negozio (o sito web) da diritto ad un bene o servizio.
  3. Prodotto Online invece quando il commerciante intende vendere prodotti digitali

In ogni caso tutti i pagamenti sulla piattaforma sono protetti perchè dealshaker è mediatore dei contenziosi

Il venditore emette un numero di coupon con il tipo di bene o servizio che intende pubblicizzare ed associa a questo un valore in euro.
Il prezzo dell’offerta potrà essere impostato da un minimo del 50% del valore totale pagabile in Onecoins fino ad un massimo del 50% del valore pagabile in Euro.

Ad esempio se metto in vetrina un oggetto da 100 euro, posso scegliere un campo di valori tra 50€ e 2,4 Ones –    0€  e 4,8 Ones  (con il valore del One a 20,75€)

Il cliente interessato che procederà all’acquisto del coupon vedrà il pagamento avvenire sul proprio Onecoin account ed avrà subito in cambio un codice alfanumerico identificativo del coupon.

Quando la domanda e l’offerta si incontrano, il cliente fornirà il codice alfanumerico al commerciante, che lo verificherà e lo riscatterà attraverso questo link vedendosi arrivare istantaneamente il pagamento in One/Euro sul proprio conto.

Se il coupon non verrà riscattato i fondi usati per acquistarlo andranno perduti.

Esempio di strategia iniziale per il negoziante

Attualmente Onecoin sta iniziando la seconda fase ufficiale della divulgazione mondiale, per questo il modo più elementare e conveniente per sfruttare questa piattaforma è quella di avvalersi di tutti gli strumenti gratuiti a disposizione e creare una offerta pagabile al 100% in Onecoin con lo scopo di ATTIRARE A SE IL CLIENTE.

Facciamo l’esempio più semplice, ma estendibile a tutta la categoria dei negozianti al dettaglio: un Bar.

Un Bar potrebbe sfruttare questa piattaforma ed attirare a se i possessori di Onecoins semplicemente mettendo in vendita un caffè pagabile al 100% in onecoins.
Beh come fa un cliente ad uscire dal bar senza aver mangiato anche una pastina o aver preso qualche altro prodotto che però ha pagato in Euro!?
Senza Onecoin non avreste avuto quel cliente.

Registrati a Dealshaker Adesso!